Cause e sintomi della ptosi palpebrale

Si parla di ptosi palpebrale quando si osserva una palpebra superiore dell’occhio cadente che copre più del normale il bulbo. È una condizione che nessuno compromettere la visione ma anche lo svolgimento delle normali attività quotidiane e lavorative. Per capire meglio quali sono le cause e sintomi, basta continuare a leggere.

Le cause più comuni della ptosi palpebrale

L’elenco delle cause più comuni della ptosi palpebrale davvero molto lungo e inizia con delle anomalie congenite. Anche trattarsi di distrofia muscolare, malattie neurologiche, diabete e ictus. Edema palpebrale, infezioni, infiammazioni vanno annoverate tra le cause della ptosi palpebrale. Anche un tumore, benigno o maligno che sia, che colpisce l’occhio o anche il cervello può portare a questa condizione di abbassamento della palpebra superiore. Altre cause sono lo strabismo ma anche droghe, farmaci e sostanze tossiche velenose.

I sintomi della ptosi

L’esperto di oftalmoplastica a Milano può osservare diversi sintomi della ptosi palpebrale. In generale, bisogna dire che non si tratta di una patologia nel senso stretto del termine ma piuttosto di un segno clinico di altre condizioni patologiche. Il primo e più evidente sintomo è un abbassamento della palpebra superiore che copre il bulbo oculare oltre la normalità.

Inoltre, ci sono altri sintomi che si osservano in base alla gravità della situazione, iniziando dalla difficoltà a tenere aperto l’occhio. Il campo visivo è limitato per colpa di una copertura eccessiva. Si può osservare anche torcicollo che deriva dall’assunzione di una posizione errata per compensare la mancanza visiva. Posso dire anche mal di testa perché chi soffre di ptosi palpebrale tende ad ascoltare la fronte per compensare la riduzione del campo visivo. Gli occhi risultano affaticati a fine giornata e può sorgere dolore e stanchezza nella zona. Quando l’abbassamento della palpebra superiore è congenito, già presente fin dalla nascita, compromette il corretto sviluppo della capacità visiva e portare anche al cosiddetto occhio pigro, noto in oftalmoplastica a Milano come ambilopia. Se la patologia viene trattata nei tempi giusti, addirittura portare alla perdita della vista. In poche parole, la ptosi della palpebra a conseguenze sia funzionali che estetiche da risolvere grazie all’intervento del chirurgo in oftalmoplastica a Milano.

Potrebbero interessarti anche...