La tecnologia a LED incrementa la produzione nel giardinaggio indoor

lampadeNon c’è nessun motivo per ridurre la protezione di frutta e verdura nei giardini indoor, anche nel periodo invernale dove l’apporto del sole e il calo delle temperature incidono notevolmente sulla resa crescita di ogni pianta. In ambienti a condizioni climatiche controllate, grazie all’utilizzo di speciali lampade è possibile continuare a coltivare ogni tipo di prodotto della terra.

Questa è la corrente di pensiero di una serie di ingegneri Americani che stanno sviluppano una serie di nuove lampade led indoor per migliorare la produzione degli impianti idroponici anche nelle stagioni meno indicate per coltivare.

Cosa coltivare in inverno ?

Lattughe, verdure a foglia larga, semi germogliati, ravanelli, carote e diverse tipologie di erbe sono tra le piante più semplici da coltivare in casa durante il periodo invernale. Queste tipologie di vegetali tollerano molto bene le variazioni di temperatura e il minor apporto della luce solare. Grazie a queste nuove lampade a LED, ci sono stati dei notevoli miglioramenti negli orti indoor dove sono state installate.

Le piante crescono in modo naturale e più velocemente, anche fino a cinque volte più veloce che in natura, quando si studia correttamente per loro un ambiente indoor. L’apporto delle lampade, dei sistemi per il ricircolo dell’aria e per la distribuzione dei nutrimenti per la loro crescita “lavorano” 24 ore al giorno senza pausa.

In alcuni set per la coltivazioni idroponica indoor, le luci sono studiate per mescolare lo spettro di luce a LED per adattarsi alle condizioni di crescita della pianta. Questo significa che utilizzando LED bianchi di giorno per la crescita rapida, LED blu per il rendimento dei vegetali a foglia larga e LED rossi per la frutta e i fiori.

Le insidie della coltivazione indoor

Questi giardini indoor dove non è presente la terra, oltre a portare degli enormi vantaggi hanno anche una serie di svantaggi che possono portare dei problemi insormontabili nel caso non si agisce per tempo. Una sbagliata impostazione della quantità e della tipologia di nutrimento, può portare in poco tempo alla morte di una intera piantagione.

In molti casi, dove molte persone sviluppano degli orti idroponici fai da te si possono presentare una serie d’infezioni da parte di parassiti come gli afidi e cocciniglie. Se si inserisce in questi giardini indoor delle piante tradizionali, la terra presente nei loro vasi può contenere le uova di questi pericolosi parassiti.

Utilizzare questi kit per la crescita idroponica è la soluzione ideale, poiché i contenitori, le luci, le sostanze nutrienti e i baccelli sono stati studiati per questa tipologia di coltivazione. Le loro caratteristiche non li rendono ideali per le tradizionali coltivazioni, ma allo stesso tempo li rendono più facilmente attaccabili dai tradizionali nemici delle piante presenti nei tradizionali orti casalinghi.

Potrebbero interessarti anche...