Libretto di impianto della caldaia: di che cosa si tratta, di che parti è composto, dove e da chi va conservato

Di che cosa si tratta. Il libretto di impianto è un importantissimo documento che viene consegnato nel momento in cui viene installata la caldaia nuova. Si tratta di una sorta di piccolo quaderno che può anche essere dato nel momento in cui ci si trasferisce in una casa servita da una caldaia autonoma, sia come inquilini che come nuovi proprietari.

Di che parti è composto. Il libretto della caldaia ha diverse informazioni fondamentali nelle sue varie parti. Nella prima pagina c’è indicato la marca e il modello dell’apparecchio in uso. Altri dettagli come il tipo di combustibile usato, la potenza e l’anno di installazione sono sempre in questa prima sezione. Ci sono anche le indicazioni del costruttore in merito a che cosa fare per quanto riguarda la manutenzione e assistenza caldaie ariston a Roma e a chi richiederla: zona per zona, dovrebbe esser incaricata di lavori di questo tipo una ditta ben precisa in modo da avere un valido esperto che se ne occupi.

Un parte altrettanto importante del libretto di impianto e caldaia è lo storico interventi, dove il tecnico della manutenzione e assistenza caldaie ariston a Roma segna i lavori che sono stati fatti così da poter verificare che cosa è stato compiuto in passato con precisione, dato che è impossibile che si ricordi a memoria i dettagli di ogni apparecchio su cui interviene.

Dove e da chi va conservato. Il libretto di impianto è una sola copia che deve essere conservata da chi ha la responsabilità dell’impianto, cioè il proprietario di casa o, in alternativa, l’affittuario se la casa viene data in affitto. È buona norma conservare questo documento in un posto sicuro per poterlo prendere in caso di necessità come quando c’è un guasto e il tecnico viene chiamato per questa emergenza. Mai e poi mai portare via da casa il libretto che deve restare dove è installata la caldaia a cui si riferisce.

Potrebbero interessarti anche...