Sicurezza del recinto per cavalli: quali sono gli aspetti fondamentali da curare

Perché un recinto per cavalli possa essere ritenuto valido, ci sono diversi fattori che devono essere rispettati pe il benessere dell’animale. Quando si tratta id animali di grossa taglia come i cavalli, la sicurezza è un aspetto che va curato molto di più anche perché un animale di questo tipo può ferire gli operatori e non solo.

Non scappare

Le bande che costituiscono i moduli del recinto per i cavalli sono studiate appositamente perché il cavallo li vede come ostacoli non superabili. Per tale ragione le bande sono piuttosto larghe e il cavallo non tenterà di evadere dal recinto. La sicurezza del cavallo nel recinto è massima grazie a questo fattore che si aggiunge al cancello che è apribile e richiudibile sia tramite il chiavistello oppure con il laccio, come si è più comodi. Il cavallo non riesce ad arrivare al chiavistello in maniera da non riuscire ad aprire il cancello. Il benessere del cavallo deve essere la priorità quando si realizza un recinto.

Non ferirsi

Un aspetto molto importante che molti tralasciano nello studio della sicurezza del cavallo nel recinto è al presenza di parti che possano ferire l’animale. Tutte le parti del miglior recinto sul mercato vengono studiate perché non possano creare danno all’animale. Anzitutto, il recinto è molto resistente realizzato in alluminio in modo che se l’animale si appoggia o fiancheggia il recinto, non si rompa creando parti che possano ferirlo. Non ci sono spigoli che possano far male al calvalo poiché tutte le forme sono arrotondate per evitare che venga ferito: pali, trasversi e tappi hanno forme studiare per tale scopo. Inoltre, i bloccaggi sono essi all’esterno in maniera che il cavalo no possa ferirsi nel tentativo di aprirli né al muso né tanto meno ai denti. Il materiale scelto non si spezza e non crea schegge così l’animale non lo ingerisce facendosi del male. Un recinto che non cura questi aspetti non è adatto ai cavalli.

 

 

Potrebbero interessarti anche...