Usato sicuro: una mano te la offre Audi

Nell’articolo di oggi, ci occuperemo di un argomento che suscita sempre grande interesse tra i consumatori più attenti al risparmio ed esigenti, ovvero quello del mercato dell’usato sicuro e di qualità.

Si tratta di una fetta di mercato sicuramente che può portare a notevoli risparmi quando non addirittura a fare affari d’oro, ma che per poter essere davvero interessante e sfruttata al meglio deve al tempo stesso essere conosciuta molto bene.

Questo perché ci sono numerose insidie pronte a farsi beffa dei consumatori meno attenti, così come molte occasioni di cui parecchi tra di noi potrebbero non essere del tutto consapevoli.

Vediamo allora come orientarsi in maniera semplice ed efficace nel mondo delle auto di seconda mano.

Punta sempre sulla sicurezza: rivolgiti direttamente al produttore

Per iniziare, il primo grande consiglio che ci sentiamo di dare ai nostri lettori è quello di rivolgersi, anche per l’acquisto di un modello di seconda mano, direttamente al suo produttore.

Infatti, le principali case automobilistiche di tutto il mondo sono ormai completamente impegnate anche nel settore della rivendita di modelli usati, magari anche a km 0, proponendo quindi ai propri clienti delle soluzioni totalmente affidabili.

La loro affidabilità, appunto, è garantita dall’altissimo numero di controlli a cui le case automobilistiche sottopongono i modelli che sono destinati alla rivendita, in modo che essi siano sempre efficienti e soprattutto sicuri anche se hanno qualche migliaio di chilometri già al loro attivo.

Inoltre, le case produttrici potranno offrirti dei prezzi davvero concorrenziali, senza contare tutte le formule di garanzia ad assistenza che non saranno possibili quando si decide di acquistare la propria auto direttamente da un privato.

Attenzione ad acquistare dai privati

Se invece decidiamo di ricorrere, come spesso accade, ai siti e giornali per annunci e compravendite tra privati, sicuramente ci sono diversi aspetti da tenere sempre in grande considerazione per essere certi di fare un buon affare.

Cominciamo dall’originalità della macchina: ogni volta che effettuiamo una riparazione, infatti, abbiamo la possibilità di scegliere se montare un pezzo di ricambio originale oppure, come purtroppo molti fanno, un ricambio omologato e quindi non passato attraverso i severi controlli della ditta che produce la nostra auto.

Questa scelta ha due implicazioni molto importanti: la prima è legata alla sicurezza e la seconda al valore commerciale dell’auto che intendiamo comprare.

Per quanto riguarda il discorso sulla sicurezza, abbiamo visto poc’anzi come solo le auto passate al vaglio (e poi vendute) dalle stesse case produttrici possano dirsi davvero sicure al 100%, non solo perché montano solo componenti originali ma anche in virtù dei tanti test di qualità a cui facevamo riferimento.

Un’auto, invece, che è stata spesso oggetto di riparazioni approssimative e più attente al risparmio che alla sicurezza non potrà mai dare al suo nuovo padrone tutte le garanzie che esso merita.

In questi casi, il nostro consiglio è sempre quello di richiedere al proprietario originale tutta la documentazione relativa alle riparazioni effettuate nel corso del tempo.

Infine, è importante sapere che per fare un buon affare l’auto deve essere originale al 100%, dal momento che qualsiasi riparazione non perfettamente in linea con i criteri qualitativi imposti dalla casa produttrice del mezzo ne diminuiranno irrimediabilmente il valore commerciale.

Per poter essere certi che il prezzo che ci viene chiesto sia adeguato e onesto, è sempre quindi il caso di sincerarsi anche che il padrone non vi nasconda questo importantissimo dettaglio.

Potrebbero interessarti anche...