3 stili per rifare il bagno

Uno stile salva spazio: scandinavo

Uno stile che negli ultimi anni si usa moltissimo è quello nordico e scandinavo, anche grazie all’avvento di una celebre catena di arredo di questi Paesi del nord Europa che ha avuto il merito di sdoganare i concetti di arredo della penisola scandinava. È lo stile perfetto per i bangi più piccoli perché permette di sfruttare al meglio lo spazio disponibile. Durante la ristrutturazione bagno Roma in stile scandinavo va preferito il colore bianco e quello del legno naturale. Grazie a pavimenti come il laminato o il gres porcellanato è possibile avere in terra un effetto legno senza però aver problemi a causa dell’acqua che normalmente rovinerebbe il legno di un parquet. Lo scandinavo è perfetto per piccoli bagni perché offre diverse soluzioni salvaspazio con mobili multi funzione e ganci per appendere tutto.

Uno stile molto personale: eccentrico

Un’idea per la ristrutturazione bagno Roma è lo stile eccentrico, perfetto per chi ha un carattere molto frizzante e su generis. Per uno stile eccentrico che accosta colori e scelte un po’ forti è bene preferire dei rubinetti retrò magari in oro o color rame per un tocco davvero diverso dal solito. Il pavimento in resina potrebbe essere un’ottima idea perché è pratico, colorato e sempre diverso grazie a sfumature uniche che si creano nel momento in cui si cola la resina.

Uno stile a passo con i tempi: moderno

Una nella idea per uno stile moderno e a passo coni tempi potrebbe essere quella di utilizzare le piastrelle del pavimento anche per il rivestimento. Questo è un effetto che si vede davvero molto spesso e per non risultare troppo pesante, si può rivestire solo parte della parete e solo una parete del bagno come quella dietro ai sanitari, evitando invece la parte dietro al lavello dove va posizionato un grande specchio rettangolare o quadrato. Per un effetto di questo tipo, meglio usare delle piastrelle piccole e no troppo grandi altrimenti l’effetto non rende.

 

Potrebbero interessarti anche...