Olio di CBD, un rimedio naturale per moltissimi disturbi: effetti, benefici, controindicazioni

Di CBD si sente parlare sempre più frequentemente, anche se in alcuni casi viene erroneamente associato alle droghe leggere illegali. In realtà il CBD è uno dei due composti più noti estratti dalla pianta della canapa sativa, ben differente dall’altro ugualmente famoso THC, a cui vanno appunto attribuiti effetti psicoattivi.

Al contrario, il CBD è totalmente privo di controindicazioni per il suo utilizzo, ed è in grado di offrire moltissimi benefici che vedremo insieme nelle prossime righe e che potrai approfondire ulteriormente in questa pagina. Uno dei prodotti a base di CBD maggiormente diffuso è l’olio di CBD. Vediamone insieme le potenzialità di questo rimedio naturale.

Che cos’è l’olio di CBD?

L’olio di CBD è un olio a base di CBD, ovvero una sostanza estratta dalla pianta della canapa sativa. Parliamo di un composto dalle infinite proprietà benefiche, che come detto è ben differente dal THC, ovvero il tetracannabidiolo, la cui notorietà è dovuta agli effetti psicoattivi che restituisce a chi lo consuma. L’olio di CBD viene prodotto miscelando questo composto con un altro olio, definito vettore.

Tra le possibili alternative troviamo l’olio di cocco, quello di oliva e quello di canapa.
In commercio possiamo trovare l’olio di CBD in numerose formulazioni, che si diversificano anche e soprattutto per la quantità di principio attivo presente nel composto. L’olio di CBD viene prodotto ricorrendo a differenti metodi di estrazione, e quello più sicuro prevede l’utilizzo della CO2.

È proprio grazie alla CO2 che non si rende necessario nessun trattamento chimico aggiuntivo, permettendo di conseguenza di preservare tutti gli effetti benefici del CBD. I migliori oli di CBD vengono appunto prodotti con questa metodologia.

Olio di CBD: come funziona?

Il CBD appartiene ad una famiglia più ampia di sostanze, definita cannabinoide. Quello che rende particolarmente speciale tali sostanze, risiede nella loro capacità di influenzare la mente e il corpo. Nonostante questo, i tanti benefici ottenibili dal CBD sono possibili solamente grazie alla presenza nel nostro organismo di alcuni recettori. Ingerire olio di CBD può portare a numerosi esiti diversi.

tra questi sicuramente c’è l’aumento della produzione di endocannabinoidi ed enzimi, la funzione antiossidante, l’alleviamento di tensione, stress e ansia e persino la stimolazione di appetito e digestione. Ad ogni modo, sicuramente un elenco definitivo di quelli che sono tutti gli effetti del CBD non esiste, ma persino l’OMS si è espressa a favore sul suo utilizzo, dichiarando come sia ben tollerato dall’organismo umano.

Questo significa che consumare olio di CBD non fa correre nessun rischio di sviluppare assuefazione e dipendenze, e questo è valido anche per l’utilizzo a lungo termine che ne viene fatto per contrastare gli effetti di alcuni disturbi. Nonostante questo, allo stato attuale delle cose la comunità scientifica sta conducendo ancora delle ricerche, al fine di comprendere fino in fondo quali siano gli effetti del CBD e i relativi benefici.

Olio di CBD e olio di canapa

Trattandosi di un argomento che solamente negli ultimi anni è stato davvero affrontato, su quello che è il mondo del CBD vige ancora parecchia confusione. E questo è verificabile anche dal fatto che spesso vengono associati olio di CBD e olio di canapa credendo si tratti della stessa cosa. Ma non è così. Nonostante l’olio di canapa sia comunque un ottimo prodotto, i suoi impieghi e relativi benefici sono più limitati rispetto all’olio di CBD.

L’olio di canapa infatti, è maggiormente utilizzato come integratore totalmente naturale, e questo per le sue grandi proprietà nutritive. Proprio per questo motivo spesso viene inserito nella nostra dieta per integrare alcune sostanze di cui siamo carenti, come l’Omega 3 e l’Omega 6. Al contrario, l’olio di CBD può essere utilizzato in modalità differenti, e per moltissimi scopi, grazie alle sue notevoli caratteristiche.

Parliamo di proprietà antinfiammatorie e antiossidanti, benefici che rendono l’olio di CBD idoneo per contrastare gli effetti di numerosi disturbi. Tra i principali troviamo l’ansia, lo stress e l’insonnia. Grazie alla sua azione rilassante infatti, l’olio di CBD permette di migliorare la qualità del sonno, quindi anche della nostra quotidianità. Molto spesso l’olio di CBD viene anche utilizzato per il suo effetto antidolorifico.

In quest’ultimo caso l’olio di CBD trova un larghissimo impiego in numerose patologie e malattie neuro-degenerative. Alcune ricerche stanno evidenziando come il CBD possa rivelarsi efficace anche per contrastare l’epilessia, e persino come cura del cancro. Questo perché sarebbe in grado di bloccare la diffusione delle cellule tumorali. In questi frangenti però dobbiamo sottolineare che questi effetti sono tutt’ora oggetto di studio.

Come utilizzare l’olio di CBD

Uno dei motivi per cui l’olio di CBD è così amato dai consumatori risiede nella sua versatilità. A seconda di quello che si vuole ottenere infatti, è possibile utilizzare l’olio di CBD in più modalità. Ad esempio, per combattere ansia, stress e insonnia, è sufficiente mettere qualche goccia di prodotto sotto la lingua. Per questi scopi però, o per altri ancora più importanti, sarebbe sempre opportuno consultare il proprio medico curante.

Per quanto riguarda i dosaggi, molto dipende sia dal soggetto che dal tipo di olio di CBD, ovvero dalla quantità di principio attivo presente nella miscela. Ad ogni modo solitamente si parte con una quantità compresa tra 2 e 4 gocce al giorno, per poi aumentare il dosaggio in maniera progressiva. Differente invece è il caso dell’uso topico, ovvero quello che prevede l’applicazione direttamente sulla pelle.

In questo caso è sufficiente mettere solamente qualche goccia di olio direttamente sulla zona interessata per testare che non vi siano reazioni avverse. In questo frangente l’olio di CBD si rivela efficace ad esempio per contrastare l’acne, per gli eczemi, per la psoriasi e molti altri disturbi. Ciò è possibile proprio grazie alle proprietà antinfiammatorie del CBD.

A chi fare riferimento per l’acquisto di olio e prodotti a base di CBD

Abbiamo detto che negli ultimi anni si parla sempre più spesso di CBD, grazie anche alla maggiore attenzione della comunità scientifica sull’argomento. Questo ha chiaramente portato alla nascita di un mercato piuttosto prolifico, quindi all’apertura di moltissimi negozi, sia fisici che online in cui è possibile acquistare diversi prodotti a base di CBD. Scegliere il proprio punto di riferimento dunque, può essere piuttosto difficile, ma per farlo è opportuno tenere in considerazione alcuni fattori.

In cima alla lista sicuramente il fatto che il negoziante sia in grado di fornire le dovute garanzie, anche e soprattutto sulla filiera di produzione. Senza dimenticare che i prodotti commercializzati non devono contenere più dello 0,2% di THC per essere considerati legali. A tal proposito, Justbob.it è una solida realtà che si contraddistingue da tutti gli altri competitors per la sua serietà e affidabilità.

Potrebbero interessarti anche...